Andrea Fornari

Veganismo

Sono sulla strada del veganismo. Per chi proprio non lo sapesse essere vegani significa non mangiare né utilizzare animali o prodotti derivati da animali.
Molti dei nostri amici non utilizzano assolutamente più niente di animale, dunque sono effettivamente vegani.
Alessandra Giannini, il mio "ticket elettorale"  è vegana, il candidato sindaco Tommaso Grassi è vegano.

Motivi per la scelta vegana

In tempi recenti si è scritto tanto delle ragioni della scelta vegana: perché divenire vegani, gli eventuali pericoli di una dieta vegana, i vantaggi del nutrirsi senza animali.

La maggior parte dei vegani lo sono perché sono animalisti: non vedono conciliabile l'amare sentitamente gli animali con ucciderli e divorarli.
Una buona parte dei vegani sono antispecisti: l'antispecista è convinto che le capacità di provare sentimenti provare dolore manifestare volontà e di interagire socialmente non sono tipiche solo della specie umana, per questo motivo è necessario elevare lo status riconosciuto agli animali equiparandolo a quello riconosciuto agli umani, e riconoscere agli animali i propri diritti nello stesso modo in cui si riconoscono agli umani. 
L'idea principalmente è che il riconoscimento di soggetti portatori di diritto nella storia si allarga: così come si è superato lo schiavismo, è necessario lottare per superare la mattanza degli animali, che essendo come noi non sono qui per servirci e servire da carne per il nostro cibo.

Esistono ancora persone vegane solo per motivi di salute e di ambientalismo: molti studi rivelano che l'utilizzo di carne e derivati animali per più motivi (ingestione di elevatissime quantità di ormoni femminili, concentrazione di tossine e inquinanti) è tossica, ed in particolar modo cancerogena. Inoltre, per allevare in modo industriale una grande quantità di animali da macello, si utilizza una ingente quantità di acqua (non sempre del tutto pura) e si fanno fuori una quantità di piante per farne mangime per gli animali davvero impressionante. Allevando gli animali in grande quantità - per alimentare tutti i cittadini che fanno spesso uso di carne e derivati animali - si inquina molto con gli escrementi ed il metano prodotto dagli animali. Tutti questi motivi fanno si che alcune persone scelgano di adottare una dieta vegana per cercare di preservare la propria salute e quella dell'ambiente.

Ambientalista sempre

Io sono, come sempre sono stato, ambientalista. Noi non siamo nati da un essere superiore (ops...si sono agnostico, non l'avevo detto) ma nasciamo nella natura che non è né superiore né inferiore: è l'ambiente in cui siamo e in cui siamo nati. Questo vuol dire che fare male all'ambiente è sempre fare male a te stessa o a te stesso. Penso che se non per lo stretto necessario dobbiamo cercare di consumare meno e di inquinare meno, o per lo meno dobbiamo tendere a farlo. L'ambientalismo è anche il punto di partenza del mio essere vegano. E' vero anche che gli animali sono portatori di diritto, hanno diritto a non venire al mondo per vivere poco e male in un ambiente chiuso e puzzolente e poi venire uccisi.

E' la protezione dell'ambiente che però principalmente mi porta a essere vegano: non è assolutamente sostenibile per l'ambiente e per il nostro ecosistema l'allevamento industriale.

Commenti: 0