Fermare le "pazze idee" di Renzi e Nardella sui parcheggi

una deriva Renziana

Senza ascoltare le necessità dei cittadini, o meglio riprendendo quanto detto dal comitato Oltrarno Futura: <<senza fare alcuna  

indagine su caratteristiche, bisogni e criticità della zona>>, un bel di del 2010 all'interno del piano strutturale Renzi fa inserire il piano del parcheggio interrato in Piazza del Carmine (piazza che in superficie attualmente garantisce 247 posti auto). Si tratta di un progetto per togliere tutti i posti auto in superficie - attualmente gratuiti e riservati ai residenti in Firenze - e di fare un parcheggio da 165+6 posti auto, a pagamento. All'interno di questo progetto, vengono inseriti alcuni elementi da 'vere serpi': la cosa più grave, che tramuta un diritto in un semplice privilegio per ricchi, è che nel progetto vengono aggiunti 36 posti auto in vendita. Dato che non si specifica nulla relativamente alla tipologia di immissione sul mercato, è lecito desumere che si pensasse di venderli a prezzo di mercato (attualmente fra i 12.000 e i 20.000 euro!!). Un'altra cosa molto grave scritta nero su bianco era che veniva ridotta la Zona a Traffico Limitato: Spostamento dell’attuale porta telematica ZTL da Piazza dè Nerli all’imbocco della piazza con Borgo San Frediano. Portare l'entrata della ZTL fino a piazza del Carmine significa ridurre l'area ZTL (300m lineari di Borgo San Frediano) e portare notevole traffico aggiuntivo per l'accesso dei veicoli dei non residenti al parcheggio. L'impostazione del parcheggio del Carmine è chiaramente errata: l'amministrazione non deve ridurre la ZTL per creare un parcheggio comodo per i non residenti togliendo la possibilità di parcheggiare ai residenti

...e le idee di Nardella

Nardella, come potete leggere nel suo documento programmatico, riparte alla carica. Conferma l'idea di pedonalizzare la piazza, dice però di non voler più scavare sotto piazza del Carmine. Al posto dei fatidici 247 posti auto di cui la quasi totalità sono riservati ai residenti (c'è un posto istutuzionale e alcuni posti del Car-Sharing)?
Nardella lancia degli altri luoghi ben lontani in cui costruire parcheggi per residenti (via del PratellinoSorgane, Serpiolle, CastelloNovoli, ex Meccanotessile, Sodo, Settignano, Due Strade, Ponte a Mensola, Lupi di Toscana, piazza Indipendenza, Cure) e lancia in oltrarno due nuovi parcheggi <<pubblici>> (sic.) di pura fantasia: ex-gasometro e ex-Universale.

A me piacerebbe davvero chiedere a Nardella se fa queste sparate tanto per dire (affermazioni "alla Renzi") oppure se davvero non sa fare le somme. Si perdono 245 posti auto e lui propone l'ex-gasometro (capacità massima 50 auto, una più una meno), più l'ex-universale (avete presente quanto è piccolo? 30 auto a scoppiare), in più riservare ai soli residenti piazza del cestello (circa 70 posti auto). A casa mia, fanno circa 150-160 posti auto aggiunti contro 245 posti tolti. Siamo alle solite: il messaggio di Nardella appare in continuità con quello di Renzi "ho da fare le piazze più belle: cari residenti o c'avete i soldi o ve dovete levà". 
Come al solito Nardella, il nostro beneamato avversario, non ascolta nessuno: per questi succosissimi progetti non ha consultato nessun comitato, nessuna associazione e nessuna categoria. Ci opponiamo con forza al solito modo di amministrare "privato" della nostra città (Firenze è mia e me la gestisco io): si può finalmente abbandonare questo modo di amministrare votando Grassi.

Scrivi commento

Commenti: 0